Occhiali per Bambini

Occhiali da sole e da vista per i vostri bambini ed anche gli accessori più sfiziosi.

OCCHIALI PER BAMBINI

Uscendo dall’oculista

Un racconto di Vali Pinna

 

Bambino: Mamma, perché sei triste?

Mamma: Non sono triste amore.

B: Fai quella faccia di quando sei triste.

M: Ma no… Che faccia faccio tesoro mio, non è vero.

B: Sì … quella faccia che sembrano occhiali di tristezza.

M: Io non ho gli occhiali amore.

B: Sembrano, però! Tondi e grossi e scuri e goffi … Tutto sui tuoi occhi di quando sei triste.

M: Dai, cerchiamo la macchina adesso … Torniamo a casa! … Sono stanca e …

B: Io sì, vero?

M: Cosa?

B: Io devo mettere gli occhiali vero? L’ha detto il dottore.

M: … Bé … ma … no … se non li vuoi no … Tu cosa ne dici?

B: Io non li voglio … non voglio gli occhiali della tristezza! … Quelli come i tuoi.

M: Oh ma la smetti??! … Io non ho gli occhiali!!!

B: Ma sembri una con gli occhiali tristi!! Io voglio occhiali felici!

M: Felici … e come sono gli occhiali felici?

B: Quelli … che quando li metti la vita è più facile.

 

La vita…la vista… la vita più facile cin la viSta più facile… Una vi(s)ta più facile è anche una vi(s)ta più felice, pensò.

 

In quel momento si rese conto. Abbracciò il suo cucciolo così piccolo ma così grande, e così pieno di fiducia in lei… Visse un attimo di naturale imbarazzo per quella debolezza di poco prima, quella che all’uscita dallo studio dell’oculista si era trasformata in lacrime spontanee ed annidate poi nel fondo dei suoi grandi occhi preoccupati (goffi…grossi…aveva detto suo figlio…occhiali di tristezza). Chiuse gli occhi solo per un attimo per farle scorrere sulle guance, quindi se le asciugò rapidamente per non farsi vedere dal bambino che ricambiava con forza insolita il suo caldo abbraccio. Trasse forza da quelle parole, ancora una volta era stato lui a consegnarle una piccola chiave magica per aprire la porta della serenità.

Non era successo nulla, lui era sempre perfetto. E lei doveva cercare, come sempre, di rendere la sua vi(s)ta più facile.

 

M: Amore mio… ora cerchiamo gli occhiali felici per te. Ti voglio bene tesoro, tu mi vuoi bene?

B: Sì, mamma.

M: Guarda, amore, ti piacciono questi? Si chiamano PiCCino di Lookkino… Vedi come sono fatti? Sono LEGGERI, RESISTENTI ALL’URTO, SOTTILI, COLORATI, FACILI … e FELICI! (gli sorrise). Ti piacerebbe una vi(s)ta così? Entriamo?

B: Entriamo! Sì! (sorrise alla mamma).

 

PRIMOCCHIALE PiCCino … rende la vi(s)ta di tuo figlio più FACILE … e più felice.